Fotografare la ISS e lo Space Shuttle, dal giardino di casa!

maggio 24, 2011 No Comments »




Come tutti sappiamo la ISS è una stazione spaziale in orbita terrestre bassa (circa 350 km) E’ un oggetto molto più grande e luminoso dei normali satelliti artificiali in quanto le sue dimensioni sono 51x109x20 metri ed è ricoperta per la maggior parte da pannelli solari, che sono superfici specchianti o quasi.

Morale della favola è facile vedere a occhio nudo la stazione mentre passa sopra le nostre teste, si presenta come un puntino luminoso di stessa intensità delle stelle più luminose o dei pianeti che attraversa ad alta velocità la volta celeste (il passaggio visibile dura circa 5 minuti)

Come vederla?
I passaggi visibili sono molto frequenti e quasi settimanali, per monitorarli vi consiglio questo link: http://www.heavens-above.com/

  • Cliccate su ‘Configuration>from database’ e scegliete la vostra città, in alternativa andate su ‘from map’ per inserire coordinate precise.
  • Dopo cliccate su ‘Satellites, 10 day predictions for> ISS’ e in maniera molto chiara e semplice saranno indicate le date e le ore precise dei passaggi visibili della ISS.

Per ogni passaggio è anche indicata la magnitudine apparente, tenete presente che più il numero è basso e più l’oggetto è luminoso, per esempio il Sole ha magnitudine -26, la Luna piena -12, Venere al massimo -4.4, Marte al massimo -2.8, Sirio (stella più luminosa) -1.5, mentre il resto delle stelle va da questo valore fino a +6 (limite del visibile a occhio nudo). Il telescopio Hubble vede stelle con magnitudo fino a +30. La magnitudine della ISS è spesso compresa tra valori che vanno dal -4 al +2, quindi perfettamente visibile ad occhio nudo.
Essendo facile da vedere è anche facile da fotografare in lunghe esposizioni con attrezzature comuni come una reflex con obiettivo 18-55 da kit. Il risultato sarà una evidentissima striscia luminosa tra le stelle (strisciate anch’esse a seconda del tempo di esposizione ma molto meno della ISS)
per esempio guardate questa immagine:

oppure ammirate le immagini di questo gruppo dedicato alla ISS su Flickr: http://www.flickr.com/groups/spacestation/

Vi do qualche dritta su come farne di simili:

  • Prima di tutto mettete la macchina su un supporto stabile, l’ideale sarebbe un cavalletto, ma può anche andare bene un tavolino o una sedia..mettete la macchina sopra qualcosa di morbido tipo un maglione o un cuscino e potrete regolarne anche il puntamento!
  • Impostate la focale al massimo del grandangolo, nel caso di un 18-55 è il 18mm
  • Prendete il fuoco all’infinito, usando le indicazioni sul barilotto oppure visualizzando nel live view una stella molto luminosa, di solito la vedrete senza problemi e riuscirete a metterla a fuoco manualmente.
  • Mettete la macchina in modalità manuale e impostate diaframma apertissimo (di solito f/3,5 per i comuni 18-55)
  • Come tempo ed iso, in una normale notte cittadina dovrebbero andare bene 30 s o 1 minuto a iso400.
  • Fate alcune prove prima del passaggio della ISS per ottenere la terna giusta di tempi e diaframmi per avere il cielo e le stelle correttamente esposte in un lasso di tempo simile. Tenete presente che una esposizione più breve (sotto ai 30 s) però non evidenzierà bene il passaggio veloce della ISS.
  • Raccomandati scatto remoto con blocco dello specchio e salvataggio in raw.
  • Ancor più raccomandato è andare in un posto con poco inquinamento luminoso, tipo la montagna.

Vi suggerisco ora i prossimi passaggi degni di nota (magnitudine buona)

-30 maggio

-2 Giugno

-12 Giugno (la stazione secondo quanto programmato sarà agganciata dallo Shuttle Atlantis durante la missione STS-135, ultima missione del programma Shuttle durato 30 anni) quindi possibilità di vederli entrambi!

Per esempio si potranno fare foto simili:


Spero di esservi stato utile o di aver suscitato la curiosità di qualcuno!! vi invito a postare le vostre foto della ISS nei commenti!

Credits per le immagini: 2lazy7, John Lafferty

Ti potrebbe interessare anche